BLOG - THE GOSSIP

Domenica, Agosto 28, 2016

Arrampicare a Malta

Partecipa al concorso e vinci un soggiorno a Malta.

Visit Malta, partner e sponsor del SanVito Climbing Festival, indice un concorso a sorteggio tra tutti gli appassionati d'arrampicata.

Partecipa e Buona Fortuna...

 

Report conclusivo SVCF 2015

 

Report - Sanvito Climbing Festival 2015 

Domenica 1 novembre si è conclusa la settima edizione del San Vito Climbing Festival 2015, sicuramente la più “bagnata” degli ultimi anni. Già, perché il meteo si è proprio impegnato nel mettere a dura prova le capacità organizzative dello staff e la pazienza dei tanti climbers, accompagnatori, rappresentanti aziendali e standisti giunti per l’occasione a San Vito Lo Capo. Comunque malgrado gli scrosci di pioggia e qualche appuntamento rinviato, il bilancio della manifestazione può considerarsi più che soddisfacente. Sentite le prime impressioni del pubblico e degli sponsor, il nuovo format è piaciuto e verrà sicuramente riproposto.

Come da programma le iscrizioni si sono aperte giovedì mattina alla Climbing house, nevralgico punto di riferimento per l’organizzazione e i partecipanti. Nel pomeriggio, I climber hanno già avuto modo di provare le vie del nuovo settore, fervore ed eccitazione tra i chiodatori che avevano attrezzato le vie del Grande occhio, visto soprattutto il calibro dei climbers venuti a posta per provare le vie. Ha aperto la serata il primo dei nostri ospiti, il tedesco Felix Berg, eclettico personaggio che ha presentato le foto delle sue spedizioni. A seguire i filmati del Vancouver Film Festival presentati come ormai da tradizione da Alan Formanek.

Le attività in piazza, gara boulder, gara speed per bambini e spettacoli di freestyle, in programma per venerdì e sabato, si sono svolte fortunatamente con un tempo ottimo e soleggiato, grande successo per il pubblico che ha molto apprezzato il susseguirsi delle attività per le intere giornate.

Vera novità di questa edizione è stato il boulder contest, che si è svolto in piazza Santuario, dove è stata realizzata una bella parete montata sul palco. Scenografica e d’effetto ha catalizzato l’attenzione del pubblico e dei climbers. I blocchi sono stati magistralmente tracciati dal team francese diretto da Richard Cigna, grazie anche ai nuovi volumi e prese  messi a disposizione da Giuseppe Macaluso di ScalArt.

Sulla torre d’arrampicata messa a disposizione della Uisp, grazie alla collaborazione con Cristina Cascone e Paolo Bernardini, si sono svolte le gare speed per bambini, e le gare a coppia genitori e figli. Gare che riscuotono molto successo anche tra i ragazzi e le famiglie sanvitesi e dei tanti turisti occasionali, sempre eccellente  il servizio di cronometraggio offerto dalla Crono Trapani. Sabato, dopo il breve temporale mattutino, le coppie iscritte alla Open Marathon si sono date battaglia nel settore PINETA. Settore che, ci teniamo a ricordare,  come sempre è stato accuratamente controllato e verificato pochi giorni prima dallo staff del festival (disgaggi e rafforzamento dei punti di calata).

Sabato pomeriggio, uno scatenato Thomas Oheler incantava il pubblico con il suo show, salti, piroette ed evoluzioni degni di un campione del mondo. Spettacolari i suoi lunghi salti superando fino ad otto persone sdraiate a terra,  tra due lunghe ali di folla.

In serata si sono svolte le finali del contest boulder, emozionanti e coinvolgenti, con il pubblico che incitava i climbers sui blocchi più difficili. A seguire con un veloce cambio di scenografia, il palco a fine gara si è trasformato per accogliere gli ospiti che presentavano i loro filmati. Silvio Reffo, elegante  sul palco come sulla roccia, ha presentato un interessante carrellata di foto e filmati  sulla sua carriera. Finisce giusto in tempo, a causa di un forte temporale, che ha costretto tutti a riparare alla Climbing House. Qui in un atmosfera più intima e coinvolgente Federica Mingolla e Nina Caprez, hanno presentato i loro filmati e parlato del loro modo di vivere l’arrampicata. La serata è andata avanti fino a notte fonda tra la musica e la buona birra.

La domenica invece un pioggia incessante ha fatto saltare la tanta attesa Top marathon, e il raduno di mountain bike.  Per fortuna nei giorni precedenti, ma anche dal lunedì in poi per chi è rimasto, i fortissimi climber hanno avuto modo di provare le spettacolari vie, con tiri lunghi oltre quaranta metri e alcune vie ancora da liberare. Ha dato soddisfazione, per gli organizzatori e i chiodatori, ricevere complimenti e pareri favorevoli da climber del calibro di Silvio Reffo, Rolando Larcher, Bernardo Rivadossi oltre che dalla giovane Federica Mingolla e da Nina Caprez.

Domenica pomeriggio, tutti insieme nell’aula comunale per i ringraziamenti e le premiazioni e con un arrivederci all’anno prossimo.

In conclusione  un festival come sempre allegro, gioioso e interessante, alla faccia del tempo non proprio “siciliano” che ha sorpreso un po’ tutti. Appuntamento quindi all’anno prossimo, per il quale si è già messo al lavoro il team organizzativo per regalare ancora una volta un festival coinvolgente e rinnovato.

  MG 6445

Ringraziamenti

Patrocinio

L’amministrazione Comunale di San Vito Lo Capo, che da sette anni Patrocina il nostro evento e lo supporta economicamente

Sponsor

Le aziende che credono nel nostro progetto e lo sostengono direttamente con un contributo economico

-        Main Sponsor

La Sportiva, Visit Malta, Petzl e Sibeg

-        Local Sponsor

Baglio Don Bartolo, Bar La Sirenetta, B$B Rotte e Sentieri, Ristorante Lo Stagnone, Ristorante La Cambusa, Ristornate Gna Sara, Residence Marino Tourist, Bar Winsurf, Caffe Pino, Peraino Salumeria Enoteca, Ristorante Morsi e sorsi, Ristornate Il Timone, Bar Blu Marine, Pizzeria da Salvo, Bar Alan Plaza, Ristorante La Carbonella, Ristorante  Ristoriana, Gelateria Miceli, Pescheria Billeci, Hotel Riviera, B&B Le Margherite.

-        Premium Sponsor (Aziende che offrono prodotti, merce e servizi)

Siculamente ha offerto le T-shirt a tutti i partecipanti

Patagonia ha offerto la divisa per lo staff

Sibeg e Powerade hanno messo a disposizione le bevande energetiche, i succhi e i soft drink

E9, Altroverso, Crazy Idea, Karpos, Second-you, Petzl e Sisa, hanno messo a disposizione i gadget per le premiazioni e per il sorteggio finale.

Massigen ha messo a disposizione gli integratori salini

 

Hilti ha messo a disposizione fix e resina per la richiodatura dei settori

 

Versante Sud ha messo a disposizione gli spazzolini da roccia e ha offerto la nuove guida Di Roccia di Sole agli ospiti speciali di questo Festival

Ospitalità

Le strutture alberghiere che hanno offerto l’ospitalità agli special guest, allo staff, ai giornalisti, ai fotografi e a tutto il personale addetto.

Camping El Bahira, Camping Village La Pineta, Mare Monti Case Vacanza, Marino Tourist, Residence Acquazzurra, Vittoria Vacanze, Hotel Trinacria, Zefiro Rooms, Baglio La Luna, B&B Ai Dammusi, Hotel Ghibli, B&B Rotte e Sentieri, Hotel Mediterraneo, B&B Turi  e B&B Le Margherite.

 

 

Special Guest

Grazie alla loro presenza i top climber rendono il festival ancor più ricco ed importante

Nina Caprez, Federica Mingolla, Silvio Reffo, Rolando Larcher, Maurizio Giordani, Felix Berg, Gabriele Gorobey, Andrea Polo e il Freestyler Thomas Oheler

 

Staff & Collaborazioni

Quanti hanno collaborato nelle varie attività contribuendo a rendere più efficiente e interessante il festival

Alan Formanek per la rassegna cinematografica

Roberto Capucciati per le news sul sito e su Up-Climbing

La palestra Scalart nella persona di Giuseppe Macaluso, per aver messo a disposizione prese e volumi per il boulder, e aver gestito la Torre d’arrampicata

La UISP per aver messo a disposizione la torre d’arrampicata

Lo staff di Richard Cigna per aver gestito in toto il boulder contest, dal lavoro di tracciatura alle classifiche

Richard Cigna, Yohann Dechamps, Raphael Joly, Vincent Joly e Halim Talahari

Cristina Cascone e Paolo Bernardini hanno gestito le gare dei bambini sulla Torre Uisp

 

Lo staff di Slow Motion capitanati dal fotoreporter Roberto Zampino, con Sunita Kaur, Damiano Macca, Andrea Scimone e Federica Miceli. Spettacolari le loro foto e filmati. Velocissimi nel montaggio filmati a fine giornata e nell’aggiornamento dei social

 

I chiodatori del Grande Occhio: Mirto Monaco, Johnny Bonaventura, Marco Puleo e Dario Di Gabriele

Chi ha verificato e controllato il settore della Open marathon: Gianfranco Lombardi e Peppe Gallo

 

Lo staff alle iscrizioni e pacchi gara

Annalisa Cappuccio, Giusy Treccarichi, Nicola Biffo e Roberta Arena

Lo staff tecnico

Ottavio Milazzo, Daniele Pasca, Mirto Monaco, Johnny Bonaventura, Marco Puleo e Dario Di Gabriele

 

Lo staff Jolly sempre pronti a sopperire ad ogni esigenza

Marco Arena, Giuseppe Mazzamuto e Massimiliano Scuderi

 

Irene Zagarella chef mensa staff, grazie alla quale tutto lo staff (oltre trenta persone) hanno trovato un pasto caldo due volte al giorno per tutti i giorni del festival

 

Beatrice Pizzo per le sessioni Yoga

 

Il poliedrico Fabio Antoci, tecnico a 360 gradi. Montaggio parete boulder, stand, impianto audio e video.

 

Daniele, Ivan e Marisa della Climbing House, per averci ospitato alle iscrizioni e averci calorosamente accolto durante i quattro giorni

 

Il soccorso alpino del cnsas per la loro presenza

 

La SOS Valderice per aver prestato il servizio di autoambulanze e i medici di servizio durante la manifestazione il Dr.  Colicchia Giovanni e il Dr. Grammatico Antonino, coordinati dal Dr. Masnata

 

Venezuela Gomme e la Pescheria Billeci per aver allestito lo stage per il bike show

 

I bikers di Cofano Bike, per il supporto al raduno di mountain bike

 

Un saluto e ringraziamento a quanti hanno esposto al Village

Vincenzo e Riccardo di Uku Pacha, Ester Tamasi di Visit Malta, Riccardo e Luca di Petzl, Alessandro e Samuel di La Sportiva, Corrado di Siculamente e Roberta, Giuseppe, Marco e Massimiliano di Ymca, i tecnici della Hilti e i loro preziosi consigli su tecniche e materiali

 

San Vito Lo Capo, Quota mille vie, la perla del Mediterraneo sorprende ancora

San Vito Lo Capo – Raggiunta quota 1000 vie, la perla del mediterraneo sorprende ancora …..

 img 0603

Dalla prima via a firma del grande Gogna al primo 9a del sud Italia aperto da Adam Ondra. Oltre trent’anni di storie verticali per questa splendida località, dalla doppia veste marina e montana, che ha nel frattempo assistito a numerose trasformazioni e non sembra voler fermare questa crescita.

Più di quaranta settori con circa mille vie, decine di vie multipitch, moderne e trad e tanta roccia ancora da scoprire e chiodare.

E questo gli arrampicatori e i chiodatori, provenienti da tutta Europa, lo sanno bene. Solo negli ultimi mesi sono stati chiodati circa cento tiri nuovi, ad opera di Guide Alpine italiane e climber austriaci, tedeschi e inglesi. Cosa altrettanto importante, soprattutto per chi vive sul territorio e da anni ne è il custode morale, in questo inverno sono iniziati i lavori di sistemazione e richiodatura degli itinerari più datati o che semplicemente necessitavano di un restiling. Un’attenzione particolare quindi, da parte di chi opera sul territorio, anche alla sicurezza dei frequentatori.

Il Comune, l’associazione degli operatori turistici SanVitesi e i principali campeggi, El Bahira e La Pineta, hanno sostenuto questo inizio di lavori, eseguito e portato avanti dall’ASD Rocce di Sicilia in collaborazione con la neo nata YMCA San Vito Climbing Center, già divenuta il vero punto di incontro per i climbers nella piccola cittadina. Tutto ciò a riprova dell’attenzione rivolta alla sicurezza di chi arrampica.

L’innovazione e la valorizzazione, questi i punti focali dello sviluppo di San Vito Lo Capo. Un patrimonio di itinerari d’arrampicata che cresce ogni anno, e che deve essere curato e manutenzionato.

Il crescente interesse verso questo spot d’arrampicata, portato alla ribalta internazionale, grazie al Festival giunto nel 2014 alla sesta edizione, è testimoniato dal numero elevato di climbers che ogni anno si recano in Sicilia.

Tanti i climber, professionisti e semplici “praticanti”, volti noti e perfetti sconosciuti, che volontariamente mettono a disposizione tempo, fatica e denaro per continuare a regalare nuove vie e con tanta voglia di arrampicare. Siciliani e climber nazionali, accanto a tedeschi, austriaci, inglesi, svizzeri, slovacchi, giusto per citare alcune nazioni, tutti attratti da questa realtà che ha saputo affermarsi in pochi anni quale una delle mete top di tutta l'Europa. San Vito lo Capo infatti è un paradiso per quegli arrampicatori che, oltre alla voglia di ottima roccia e vie spettacolari, hanno anche voglia di mare, di buona cucina e di sole. Luogo ideale per le famiglie con tante possibilità di svago anche per i bambini. Non mancano infatti le possibilità di effettuare piacevoli escursioni, trekking o giri in mountain bike in aree e riserve di particolari pregio naturalistico.

Inoltre c’è un fattore che restituisce la netta sensazione di questo grande interesse, solo per il comprensorio di San Vito Lo Capo, oltre al capitolo più sostanzioso della guida “Di roccia di sole” - Climbing in Sicily, sono state realizzate altre tre guide, edite da tre diverse case editrici. Quali altre località in Italia, oltre Arco o Finale, hanno suscitato così tanto interesse?

In questo contesto si inserisce l’appuntamento clou dell’anno, il San Vito Climbing Festival & Outdoors Games, che ha saputo stimolare l’attenzione dei massimi esperti e aziende del settore organizzando anche una serie di eventi collaterali divenuti un’attrattiva per gli appassionati degli sport outdoor. Non meno importanti le rassegne cinematografiche, i convegni a tema e gli incontri con gli ospiti d’onore. Un’attenzione particolare è stata posta e verrà incrementata nei confronti dei giovani e dei bambini, con gare e attività a loro dedicate. Un bel clima agonistico ma allo stesso tempo goliardico, con la possibilità di ammirare o gareggiare e quindi confrontarsi con i grandi campioni. Un’occasione per scambi di esperienze e per vedere nascere o cementare amicizie altrimenti improbabili.

Una collaborazione, quella tra l’Associazione Rocce di Sicilia organizzatrice del festival, e il Comune di San Vito lo Capo, che si rinnova di anno in anno coinvolgendo una buona parte degli operatori turistici locali, tutti impegnati a dare un fondamentale contributo.

Appuntamento dal 15 al 18 maggio quindi, con la nuova edizione di uno dei festival più entusiasmanti del mediterraneo.

locandina 2016 - web

Organizzazione

ASD

Patrocinio

Comune    

Partner

LOGO ymca
biglietto da visita fronte copia
acquazzurra-logo-copia1

supporter chiodatura

bolt support copia

Main Sponsor

logo la sportiva

 

           

 Gadget Sponsor

KONG

      E9  YY  altroverso

 

logo crazy 1


 Media Partner

     logo up-climbing

 logo versante sud  logo outdoormagazine  

    

  

 

        

 

Scroll to Top